Nel corso degli ultimi 3 anni (Instagram lanciò le Stories ad agosto 2016) le Stories hanno costantemente aumentato il proprio potenziale introducendo le più svariate funzionalità, tra cui la possibilità di caricare una traccia di sottofondo e quella di effettuare un’acquisto attraverso degli sticker.

Sono ormai migliaia i brand che utilizzano le Stories per raggiungere diverse tipologie di risultati: aumentare la brand awareness, incrementare l’ingaggio del pubblico, promuovere eventi, favorire la visita al proprio feed, ecc.

Il potenziale è davvero enorme, a patto di utilizzare le giuste strategie, funzionalità e contenuti. Come? A breve ci arriviamo!

Perché anche tu potresti aver bisogno delle Stories di Facebook e Instagram?

Le Stories sono ormai un mezzo di comunicazione diffusissimo. Parliamo di 500 milioni di utenti al giorno. 500 M-I-L-I-O-N-I. Ancor più sbalorditivo è sapere che un terzo delle Stories più viste è creata da aziende che utilizzano la piattaforma. Inoltre le Stories non sono soggette alla reach organica come per i post della vostra bacheca.

Se Instagram ancora oggi offre una buona reach per tutti quegli account business che mantengono un buon ingaggio del pubblico attraverso i propri contenuti, sappiamo benissimo che per Facebook è tutta un’altra storia.

Utenti attivi con le Instagram Stories. Fonte: Tech Crunch

Le Stories, inoltre, non solo non sono soggette agli algoritmi, ma partono in automatico fino al momento in cui l’utente non decide di uscire da esse. In altre parole, occorre deliberatamente decidere di tornare al feed o di uscire dalla piattaforma. E se sei così bravo da creare Stories ingaggianti della durata di 10–15 secondi, beh sei a cavallo 🐎

9 consigli per creare Stories che convertono

1. Aumenta il ciclo di vita delle tue stories attraverso gli Highlights

Per chi non lo sapesse, gli Highlights sono quella sezione tra la foto profilo ed il feed in cui è possibile raggruppare e “salvare” Stories passate, così da poterle rivedere anche passate le famose 24 ore.

Instagram Highlights. Fonte: Tech Crunch

2. Utilizza sempre la funzionalità “Swipe Up”

Lo Swipe Up è una funzionalità disponibile per tutti gli account con almeno 10.000 followers, che permette di aggiungere un link alla Story. Questo significa che un utente viene direttamente re-indirizzato alla pagina che intende visitare, aumentando drasticamente la probabilità di conversione.

Funzione Swipe Up. Fonte: Pinterest

3. Utilizza gli shoppable tag quando possibile

Instagram permette alle aziende di utilizzare la funzionalità nativa Shopping, che permette di taggare prodotti direttamente nelle Stories. Quando gli utenti cliccano sul tag sono in grado di vederne i dettagli (nome, descrizione e prezzo) e se cliccano di nuovo vengono indirizzati direttamente alla pagina da cui è possibile comprare il prodotto. Inutile dire quanto questa funzionalità faciliti il percorso di acquisto, con l’utente che non deve andare alla ricerca del proprio prodotto su un e-commerce.

Shoppable tag all’interno delle IG Story (bag azzurra su fondo bianco). Fonte: Tech Crunch

4. Utilizza le call-to-action a tuo vantaggio

Le call-to-action suggeriscono all’utente dove devono andare. “Registrati per il webinar di oggi” o “ “Ricevi notifiche per l’imminente lancio prodotto”, ad esempio, sono buone call-to-action. Soprattutto se intendete utilizzare la funzione Swipe Up, permettete agli utente di sapere dove verranno reindirizzati.

Call-to-action personalizzate. Fonte: Medium

5. Utilizza sticker che covertono

In aggiunta agli shoppable tag valuta l’utilizzo dei nuovi sticker, che ricordano all’utente l’imminente lancio di un determinato prodotto. Si tratta di un’ottima occasione per mantenere alta l’attenzione del tuo pubblico e creare il giusto hype attorno al prodotto 🤩.

6. Incorpora contenuti generati dagli utenti nelle tue campagne

I contenuti generati dagli utenti (user generated content) vengono spesso condivisi nelle Stories. L’importante è richiedere il permesso di condividere e, chiaramente, includere anche il prodotto di cui si sta parlando, per massimizzare l’efficacia della Story. Anche se il contenuto non ha la stessa qualità dei tuoi non preoccuparti, l’unico aspetto che conta qui è l’autenticità. Perché si sa, le persone si fidano prima di tutto di altre persone, non dei brand.

Repost di Story prodotta dall’utente. Fonte: Lifewire

7. Mostra i benefici, non solo il prodotto

Se il tuo obiettivo è quello di aumentare le conversioni, dovresti focalizzare la tua comunicazione sui benefici derivanti dall’acquisto del tuo prodotto/servizio. Non limitarti a dire cosa stai vendendo, ma sottolinea in che modo la tua offerta cambierà la vita delle persone, evidenziandone i benefici e le caratteristiche.

8. Sfrutta l’urgenza

Offri sconti stagionali, vendite lampo, comunica eventuali edizioni limitate del tuo prodotto. Il senso di urgenza è una delle migliori leve che puoi utilizzare per aumentare le conversioni, soprattutto per quelle persone che pensano “mmm figo, dopo guardo meglio di cosa si tratta” e poi si dimenticano completamente.

Utilizzo dell’apposito sticker per contare le ore rimanenti. Fonte: Later

9. Sponsorizza le tue storie

Chiaramente questo consiglio non parla di reach organica e richiede lo stanziamento di un budget media, per quanto piccolo possa essere. Considera questa opzione se intendi aumentare drasticamente il pubblico. Se, invece, sei preoccupato dal budget, ti consigliamo prima di tutto di testare diversi formati di Storiescapire quali funzionano meglio e solo alla fine sponsorizzarne un paio.

Dall’universo social media stories è tutto. Non ci resta che salutarvi e darvi appuntamento alla prossima settimana. Stay tuned!


Articolo tratto da https://adespresso.com/blog/17-amazing-examples-of-instagram-and-facebook-stories-that-convert/


Seguici anche su Behance, Instagram e Facebook 🤟