Una strategia social ben pensata è probabilmente uno degli strumenti migliori per aumentare la tua brand awareness, ovvero l’attenzione rivolta alla tua azienda da parte del pubblico.

Ormai si sa, i social sono sempre più affollati e di conseguenza sarà sempre più difficile (e costoso😢) competere con la concorrenza. Ma nessun dramma: quello che ti serve è una strategia ben progettata, che ti aiuti a capire dove concentrare i tuoi sforzi e il tuo budget, in modo da fare crescere la tua visibilità.

Come fare? AdEspresso ancora una volta ci viene in soccorso, identificando 8 semplici passi da seguire.

1. Fai ricerca per capire cosa funziona

Prima ancora di settare un obiettivo o addirittura pubblicare qualcosa, dai un’occhiata a quello che sta succedendo sui social, sforzandoti di immaginare dove potresti avere più successo. Inizia con i tuoi concorrenti, analizzando ciò che pubblicano per ciascuna piattaforma. Prediligono post o inserzioni? Contenuti più visuali o descrittivi? Dove pubblicano? Con quale frequenza? Mostrano la propria personalità? Se sì, come reagisce la loro community?

Tutte queste domande ti aiutano a capire quali tipi di contenuto funzionano con il tuo pubblico, quali no e se ci sono alcune cose che potresti fare ma che ancora non fai. Obiettivo ultimo, ovviamente, non è copiare la concorrenza, ma fare di meglio.

2. Poniti degli obiettivi fattibili per massimizzare l’impatto

Ogni buona strategia inizia con un obiettivo specifico. Per fissarlo potete utilizzare il framework SMART, acronimo di specificomisurabileraggiungibile (attainable), rilevante e legato al tempo (time-sound).

Un buon esempio di obiettivo suona più o meno così:

Voglio aumentare il numero dei miei follower su Facebook da 1000 a 2500 entro il primo semestre del prossimo anno.

Si tratta di un obiettivo ben definito perché è:

  • Specifico: si riferisce ad una metrica precisa (numero di follower) ed esprime di quanto si intende migliorarla;
  • Misurabile: è possibile misurarlo tramite i Facebook Insights;
  • Raggiungibile: non è al di fuori della portata;
  • Rilevante: un numero maggiore di follower è un buon esempio di riprova sociale, un aspetto in grado di aumentare il tasso di conversione;
  • Legato al tempo: riferito ad una deadline ben precisa.

3. Definisci un pubblico per ogni campagna

Sui social il pubblico è fondamentale: se non stai targetizzando le persone giuste, il tuo contenuto è semplicemente invisibile. Per questo motivo è importante individuare un pubblico specifico per ogni campagna. Come? Ipotizzando gli interessi, le abitudini e bisogni dei tuoi potenziali clienti, così da realizzare contenuti da loro percepiti come di valore. Un buon inizio sarebbe pensare alle cosiddette buyer personas, per raccogliere in un unico posto tutto quello che c’è da sapere su di loro.

4. Setta I KPI (key performance indicator) della campagna

I KPI sono indicatori chiave per valutare il ritorno dell’investimento delle campagne social. Senza di loro è impossibile stabilire il loro successo.

Ma quali metriche considerare? Hootsuite ce ne suggerisce qualcuna in questo articolo. L’importante è non focalizzarsi sulle cosiddette vanity metrics, come il numero di commenti, di condivisioni o di likes fini a sé stesse.

5. Crea e pubblica contenuti originali

Una volta definiti obiettivi, pubblico e KPI, è finalmente ora di creare i tuoi contenuti. Che si tratti di un articolo, di un video, di un album fotografico o di uno slideshow, ciò che pubblichi deve essere allineato all’identità della tua azienda (perché la tua azienda ha un identità, vero?😉) Per aiutarvi, cercate di capire quale è la vostra ragione d’essere, il valore aggiunto che portate ai vostri clienti.

Anche se tu e i tuoi concorrenti postate contenuti simili, i tuoi devono in qualche modo differenziarsi.

6. Traccia e analizza le performance dei contenuti

Se non analizzi le performance di ciascun post e/o inserzione che crei diventa assai difficile valutare l’impatto che hanno avuto sul tuo pubblico.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la possibilità di aggiustare la strategia di volta in volta. Soprattutto nel mondo dei social, infatti, non esiste una ricetta da seguire per poter far bene; per questo motivo il monitoraggio costante di ciò che pubblichi è fondamentale.

Il miglior modo per farlo è attraverso strumenti come Google Analytics o gli UTM parameters, che aiutano a raccogliere insights a livello micro e macro. Ciò che conta è tenere traccia di queste metriche in un foglio di calcolo (come questo), per valutare l’impatto dei propri contenuti nel lungo termine.

7. Spingi i contenuti più performanti con inserzioni cross canale

Quando uno dei tuoi post riceve un buon riscontro, considera la possibilità di sponsorizzarlo su più canali. Questo permette di mantenere alto l’ingaggio della community o di ravvivare un post passato che è andato particolarmente bene. Per promuovere i contenuti ciascuna piattaforma ha strumenti specifici. Quick Promote per Twitter, Sponsered Native Ads per LinkedIN e Boosted Posts per Facebook. Chiaramente sponsorizzarlo su più piattaforme ti permette di ampliare il tuo pubblico.

8. Sperimenta nuove forme e contenuti sulla base di quello che ha funzionato

Le migliori strategie social sono dinamiche, non statiche. Con il crescere della tua azienda, inevitabilmente cambiano gli obiettivi e, di conseguenza, anche la strategia per raggiungerli. Come sempre un’analisi oggettiva e costante è il tuo migliore alleato.

Osserva attentamente i contenuti che pubblichi, cercando di capire quali siano gli aspetti che funzionano meglio, in modo da poterli replicare anche su altri canali. Considera ogni singolo post non solo come un’occasione per comunicare qualcosa della tua azienda, ma anche per imparare ciò che il tuo pubblico apprezza.

Sperimenta di continuo tipologia di contenuto, modalità di sponsorizzazione, ora di pubblicazione, ecc., ma mi raccomando: non riciclare idee in eterno! Se da una parte è vero che nessuno inventa niente, dall’altra un contenuto visto e rivisto non farà altro che abbassare l’interesse verso la tua azienda.

Anche per oggi abbiamo finito! Come avrete capito il successo di un’azienda sui social media altro non è che il risultato di una serie di attività da portare avanti con costanza, dedizione e sana auto-critica. Siamo perfettamente consapevoli che gestire un’azienda implica molte altre cose, ragione per cui, se avete bisogno, dillo. è qui: pronta per aiutarvi 😉


Articolo tratto da https://adespresso.com/blog/social-media-strategy-easy/


Seguici anche su Behance, Instagram e Facebook 🤟